Serie A C.F. (9° giornata)

19/11/2012
Serie A C.F. (9° giornata)

Nella giornata in cui le big vincono come da pronostico in scioltezza, vanno segnalati i numerosi gol realizzati: ben 34 con due triplette (Tona e Brumana) e tanti gol di testa (Cavallini, Girelli, Carminati solo per citarne alcuni). La capolista Tavagnacco vince agevolmente contro una Lazio troppo debole perché impensierisca l’armata friulana. Da rilevare la tripletta del capitano Brumana, oltre alle solite ottime prestazioni del reparto offensivo, supportato da un centrocampo in palla. Nella facile vittoria della Torres a Torino, spicca il capitano, Elisabetta Tona. Il forte difensore rosso blu segna tre reti, ritrovando il feeling con il gol, un’arma in più a disposizione per la squadra di Tesse. In attesa dei recuperi, le sarde continuano nella loro marcia diretta a difendere il titolo di campionesse. Al Brescia servono due rigori per battere un Perugia inferiore, sceso in campo schierato con un 4-3-3 e uno spirito più adatto a una categoria difficile come la serie A. Nel secondo penalty, errore di Sabatino, corretto in gol da Boni al primo centro stagionale. Vince senza convincere il Verona Bardolino, mostrando carattere contro un Como mai domo. Senza capitan Gabbiadini ai box per squalifica sono Girelli, Pini e Battocchio a realizzare i gol. Nel match di giornata, in cui lo scontro diretto doveva dare importanti risposte alle formazioni, cede nettamente in casa il Riviera di Romagna contro un Mozzanica finalmente cinico e bravo a sfruttare le occasioni da rete. Squadra di Fracassetti che si è sbloccata psicologicamente, realizza anche un gol su rigore con Piva, dopo gli errori commessi nelle partite precedenti. Tante le emozioni tra Mozzecane e Chiasiellis, con le friulane in gol nel recupero con Soro, al suo primo gol in questo campionato. Funziona per le veronesi il tandem Perobello-Boni in gol entrambe, ma squadra che deve crescere ancora tanto nella gestione delle situazioni topiche. Vince in recupero il Napoli, con un gol di testa di Pirone su cross di Masia. Firenze stanco per le tre gare in otto giorni, cedono il passo alle campane in gol anche con Caramia, tornata titolare dopo tanti mesi di assenza per infortunio. Tra Fiammamonza e Pordenone finisce tre a zero per le ospiti in un match senza storia. Troppo debole la squadra lombarda, che non riesce a essere pericolosa in attacco. Per la squadra di Tosolini, sblocca il match Cavallini di testa.